ZTE: condividere il know-how per generare innovazione

L’impegno nei processi di inclusione digitale della multinazionale cinese passa prima di tutto dagli investimenti nella ricerca e dalla capacità di trovare soluzioni utili al futuro di ognuno di noi.

“Con Operazione Risorgimento Digitale, ZTE si unisce a TIM per aiutare l'Italia a fare un ulteriore salto nel futuro. Condividendo il suo know-how, ZTE rende le nuove tecnologie accessibili a tutti.” Hu Kun, Presidente ZTE Western Europe and CEO ZTE Italia.

ZTE, leader mondiale nella fornitura di prodotti e servizi per le telecomunicazioni opera nei mercati globali offrendo soluzioni tecnologiche dall’alto tasso di innovazione. L'azienda vanta la più estesa linea di prodotti al mondo, con un portafoglio che copre tutti i settori verticali di reti mobili, di core, di accesso e di trasporto.

L’impegno di ZTE parte quindi dalla consapevolezza che per generare prospettive positive di futuro e soluzioni cruciali alla vita di tutti sia necessario focalizzarsi innanzitutto sulla ricerca e sulla creazione di strumenti nuovi e utili al sistema. È su questi aspetti che si concentra quindi il massimo sforzo della multinazionale cinese anche nel nostro Paese: quanto è importante per creare vera innovazione riuscire a garantire un livello di infrastrutture digitali di alto livello con un'alta penetrazione dei servizi digitali presso la popolazione? In quest'ottica ZTE propone le reti in fibra ottica e le reti mobili di ultima generazione, compresa la rete mobile 5G, che rappresentano il vero punto di accesso di Internet e di tutte le applicazioni offerte sul mercato, che sia per un cliente di tipo consumer, per un cliente aziendale di tipo business o per la Pubblica Amministrazione.

Il modello su cui si basa tutto ciò, poi, è quello della continua trasmissione di know-how, la condivisione di sapere e saper fare come modalità virtuosa per essere pronti davanti alle sfide del futuro e generare valore. Il quartier generale di Shenzhen, ad esempio, ospita la ZTE University dove giovani ingegneri, e non solo, possono specializzarsi nel 5G e svilupparne nuovi casi d’uso. Anche in Italia l'azienda è molto attiva nel campo formativo dove ha realizzato infatti il Centro di Ricerca e Sviluppo all’Aquila, all’interno del quale scienziati italiani e cinesi collaborano con l'Università realizzando nuovi strumenti innovativi. I temi approfonditi? Dall’industria 4.0 all’Internet of things applicato all’industria (IIoT), dalle tecnologie utili a sviluppare le smart cities alle comunicazioni mobili in senso stretto.

L’impegno di ZTE, però, non si ferma qui: basti pensare alla straordinaria risposta data all’emergenza sanitaria Covid-19 dove ZTE è scesa in campo con tutte le sue forze, fornendo supporto a varie realtà territoriali. Nei mesi di lockdown ha infatti donato alla Protezione Civile Nazionale 5 respiratori per la terapia intensiva, consegnati poi al Centro Anti-Covid dell’Ospedale del Mare di Napoli. Inoltre, sono state consegnate mascherine a varie sedi della Croce Rosse, tra cui Torino e Milano, oltre alle 2.000 fornite solo al Comune dell’Aquila.  Ultimo ma non meno importate il sistema di video conferenza donato alla regione Campania, che ha permesso il collegamento tra tutti i Centri di Emergenza Covid e l’ospedale di Xi’an, struttura pionieristica in termini di trattamento Covid-19 in Cina e soggetto fondamentale con cui confrontarsi per sviluppare terapie e pratiche di cura. È così che ZTE ha contribuito concretamente alla ricerca in-real-time mettendo in contatto diretto realtà universitarie italiane e cinesi e confermando, ancora una volta, che solo grazie alla condivisione di sapere e know-how riusciremo davvero a raggiungere soluzioni innovative utili alla vita di tutti.

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con